14 giu

Il vero rischio? È non rischiare.

In finanza è sempre valsa la regola che non esistono pasti gratis: ogni rendimento presuppone un rischio.

Oggi però ci troviamo di fronte a un paradosso: l’assenza di rischio presuppone una perdita (rendimento negativo).


Il paradosso italiano

Il sistema Italia, nel suo complesso, perde 10 miliardi l’anno di potere d’acquisto.

I motivi?

la scarsa educazione finanziaria è sicuramente quello principale, ma pensare che sia l'unico è troppo riduttivo.

Il problema, secondo me, è che in realtà siamo fin troppo educati, ma educati male. È strano a dirsi ma questo problema è riconoscibile in tutto quello che, da sempre, ha caratterizzato l’approccio tipico di noi italiani al cambiamento. 

Culture a confronto

Siamo figli di una cultura legata all'eliminazione del rischio e al mantenimento dello status quo, basti pensare ai proverbi che, come sappiamo, sono l’espressione della cultura popolare:
Chi troppo vuole nulla stringe
Chi va piano...
Non fare il passo più lungo della gamba
Chi lascia la via vecchia per la nuova...
Meglio un uovo oggi...

Come potete notare da questi esempi la cultura del nostro Paese è una cultura improntata al non progresso.

Al contrario, quella nord europea e quella anglosassone sono totalmente votate al progresso e il fallimento è ritenuto un passaggio quasi necessario, anche in campo finanziario.

I loro investimenti infatti, al contrario di quanto si riscontra in Italia, sono orientati al lungo periodo e  rispondono all'esigenza di soddisfare obiettivi di vita precisi.

Noi invece siamo figli del "lasciali sul conto perché non si sa mai”  ma spendiamo circa 100 miliardi nel gioco d'azzardo e meno di 5 per proteggere noi e i nostri cari da rischi gravi.

È per questo motivo che l’educazione finanziaria dovrebbe cominciare già dalle scuole elementari e non deve affatto meravigliare che la seconda (prima?) economia mondiale, la Cina, ne abbia fatto una materia obbligatoria appunto alle elementari:  a 8 anni a lezione di finanza


La nuova sfida per la finanza

Questa la sfida più importante riservata a noi consulenti.
È sempre più necessario far comprendere che il rischio, anche se non eliminabile (resta l’altra faccia della medaglia), è sicuramente gestibile e che, quando correttamente gestito, aiuta a liberare risorse e generare rendimento.
D'altra parte chi non risica...

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE